Attuazione della politica monetaria con tassi di interesse positivi e un ampio bilancio: prime esperienze

Thomas Moser, membro supplente della Direzione generale

Aperitivo "Mercato monetario", Ginevra, 09.11.2023

Nel settembre 2022 la Banca nazionale svizzera (BNS) ha innalzato il suo tasso guida riportandolo in territorio positivo. Contemporaneamente ha adottato un nuovo approccio per l'attuazione della sua politica nel mercato monetario. Esso fa leva su due elementi: l'applicazione di tassi differenziati sugli averi a vista ("reserve tiering") e l'assorbimento di liquidità.

Nel discorso viene illustrato il motivo per cui, in presenza di un ampio bilancio della banca centrale, la remunerazione degli averi a vista delle banche commerciali è l'unico strumento pratico per ottenere tassi del mercato monetario positivi. Vi si analizzano altresì le esperienze fatte dalla BNS con il nuovo approccio attuativo e l'adeguamento apportato alla remunerazione degli averi a vista - la riduzione da 28 a 25 del fattore del limite - che avrà effetto a decorrere dal 1º dicembre 2023.

Nella presentazione si propone inoltre una riflessione sull'impatto che le riduzioni in atto dei bilanci delle banche centrali potrebbero avere sui sistemi di attuazione della politica monetaria: è opportuno un ritorno ai sistemi in uso prima della crisi finanziaria globale?