La BNS

Mandato

La Banca nazionale svizzera conduce quale banca centrale indipendente la politica monetaria del Paese. Ai sensi della Costituzione e della legge essa deve agire nell'interesse generale del Paese, perseguire come obiettivo prioritario la stabilità dei prezzi e tenere conto nel suo operare dell'andamento congiunturale. In questo modo determina le condizioni quadro fondamentali per lo sviluppo dell'economia.

Organizzazione della BNS

La Banca nazionale ha due sedi, a Berna e a Zurigo. Essa dispone inoltre di sei rappresentanze nelle città di Basilea, Ginevra, Losanna, Lucerna, Lugano e San Gallo, nonché di 14 agenzie gestite da banche cantonali, che assicurano l'approvvigionamento di contante in Svizzera.

L'utile della BNS

La determinazione e la ripartizione dell'utile della BNS sono disciplinate dalla Legge sulla Banca nazionale (artt. 30 e 31): la BNS costituisce accantonamenti che le consentano di mantenere le riserve monetarie al livello richiesto dalla politica monetaria. A tale scopo, si orienta sull'evoluzione dell'economia svizzera. A valere sull'utile di bilancio è versato un dividendo pari al 6% al massimo del capitale azionario. L'importo residuo è ripartito in ragione di un terzo alla Confederazione e di due terzi ai Cantoni.

Attualmente si procede a una distribuzione annua di 1 miliardo di franchi alla Confederazione e ai Cantoni, a condizione che il saldo della riserva per future ripartizioni non diventi negativo dopo la destinazione dell'utile.

Per maggiori dettagli è possibile consultare la pagina Utile e distribuzione dell'utile.