Stampa

Le infrastrutture del mercato finanziario tra stabilità e innovazione

Sibos 2016, Ginevra, 26.09.2016

  • Testo integrale in tedesco: "Die Finanzmarktinfrastrukturen im Spannungsfeld zwischen Stabilität und Innovation"
    PDF (120 KB)
  • Testo integrale in inglese: "Financial market infrastructures: Walking the line between stability and innovation"
    PDF (113 KB)
  • Testo integrale in francese: "Les infrastructures des marchés financiers entre stabilité et innovation"
    PDF (117 KB)
Le infrastrutture del mercato finanziario sono essenziali per diversi compiti della Banca nazionale svizzera (BNS), fra cui l'attuazione della politica monetaria. I rapidi progressi che sta compiendo attualmente la tecnologia finanziaria interesseranno anche questo ambito del settore. Le innovazioni tecnologiche rivestono pertanto grande importanza anche per la BNS. L'obiettivo è di promuovere le innovazioni utili preservando al contempo delle condizioni quadro stabili.
Mentre le funzioni base del settore finanziario - finanziamento degli investimenti, investimento e custodia del patrimonio nonché esecuzione dei pagamenti - rimangono sostanzialmente invariate, ciò che cambia è il modo in cui il settore eroga tali servizi. La corretta e tempestiva comprensione delle ripercussioni e degli effetti secondari delle nuove tecnologie costituisce quindi una sfida per le autorità di regolamentazione e per le banche centrali. Queste istituzioni statali hanno, da una parte, l'obbligo di tutelare la sicurezza delle infrastrutture del mercato finanziario - ossia la loro stabilità, resilienza e disponibilità - e, dall'altra, devono promuoverne l'efficienza.
Se fino a poco tempo fa si assisteva a una tendenza verso la centralizzazione delle infrastrutture del mercato finanziario, il progresso tecnologico potrebbe ora condurre a una decentralizzazione di queste ultime. Le parole chiave frequentemente citate a questo proposito sono "distributed ledger" e "blockchain". Le infrastrutture del mercato finanziario con un'organizzazione centrale che operano già a bassi costi garantendo un'elevata sicurezza manterranno comunque la loro legittimità. È tuttavia immaginabile che in futuro la coesistenza o addirittura la combinazione di tecnologie convenzionali e nuove diventino realtà. Per le banche centrali, la tecnologia "distributed ledger" potrebbe essere importante anche in riferimento a una possibile emissione di moneta di banca centrale. Una tematica, questa, che solleva una serie di interrogativi sulla politica degli istituti di emissione da studiare approfonditamente. La BNS segue e analizza con attenzione gli sviluppi in questo ambito e intrattiene un intenso scambio con i partecipanti al mercato, le autorità di regolamentazione e le banche centrali.
Tuttavia, certi altri sviluppi stanno già interessando le infrastrutture del mercato finanziario e con esse la BNS, per esempio per quanto riguarda i sistemi di pagamento senza numerario, il cui funzionamento deve essere agevolato e garantito dalla BNS, conformemente al suo mandato. In aprile di quest'anno è entrata in funzione la nuova generazione del sistema di pagamento "Swiss Interbank Clearing" (SIC), diretto sul piano strategico dalla BNS. Il supporto di avanzati standard di comunicazione e la modifica degli orari di operatività del SIC prevista per il prossimo anno pongono basi importanti per le innovazioni di cui beneficeranno i clienti aziendali e privati.
Le innovazioni nelle infrastrutture del mercato finanziario possono dirsi riuscite solo se soddisfano le aspettative in termini di sicurezza ed efficienza dei partecipanti al mercato, delle autorità di regolamentazione e delle banche centrali. Lo scambio tra questi attori è pertanto indispensabile.